Matrimonio e Covid-19: i nostri consigli

aperitivo in giardino evento

Matrimonio e Covid. Due concetti in antitesi che ci hanno letteralmente fatto disperare.
Ma è davvero così? Oppure è possibile farli convivere?

Vi raccontiamo come abbiamo affrontato le regole imposte dal Covid-19 e abbiamo ospitato matrimoni di successo e sposi felici.

Matrimonio e Covid-19: si può fare

Il 2020 ci ha insegnato a fare i conti con nuove regole e nuove abitudini. Anche nell’organizzazione dei matrimoni. In base agli eventi che abbiamo ospitato nel periodo dal 20 agosto al 10 ottobre abbiamo affinato alcune tecniche e buone pratiche che ci sentiamo di condividere.
In attesa che, per il 2021, vengano approvate le regole per tutto il settore.

Matrimonio all’aperto

Come noto, per far fronte alle nuove regole, è meglio stare all’aperto se è possibile…
E se c’è una cosa che non manca a Cascina Farisengo sono gli spazi. Spazi enormi che vanno dalla corte della cascina al parco verde di oltre un ettaro, dai porticati rustici alla limonaia coperta.
Nel 2020 abbiamo quindi privilegiato riti civili nel verde, aperitivi nel parco e ricevimenti all’aperto.

Per la cena, di sera, candele e giochi di luce hanno regalato atmosfere indimenticabili, mentre di giorno, all’ombra della grande casa padronale o nella limonaia, gli invitati hanno potuto godere i loro momenti di pausa in assoluta serenità.

Il piano B comunque non manca: la nostra sala con volte e mattoni a vista, che normalmente può ospitare fino a 260 persone, anche con le regole del distanziamento sociale può arrivare a ospitare oltre 160 persone in un unico ambiente. Quindi nessun problema.

tavolate di un matrimonio in corte
Matrimonio all’aperto nella grande corte – evento serale
allestimento country di un pranzo all'aperto in corte
Ricevimento di nozze durante il giorno, nella corte della cascina

Matrimonio e Covid: N. di invitati

Nell’estate 2020 e fino alle restrizioni di fine ottobre/novembre, il numero degli invitati al matrimonio consentito dalle norme Covid-19 era proporzionale alla capienza degli spazi. Indicativamente, a giugno 2020, per un evento di qualsiasi tipo (anche matrimoni) si parlava di un massimo di 200 persone in uno spazio chiuso e fino a 1.000 in uno spazio aperto, in proporzione alle dimensioni.
In questo, Italia Wedding Society e le varie associazioni di settore ci aiutano ad avere sempre informazioni aggiornate e a essere sempre sul pezzo…

Buffet servito

Le regole 2020 hanno imposto di evitare la realizzazione di buffet a isole come si faceva prima. Anche in questo caso, un’organizzazione professionale, la creazione di un percorso “obbligato” all’area del cibo e un numero di camerieri adeguato per servire direttamente ogni ospite si sono rivelati vincenti. Gli invitati non potevano infatti accedere direttamente al cibo o servirsi autonomamente.
A rinforzo, il catering proponeva anche un servizio al passaggio, privilegiando monoporzioni e monodosi. Belle alla vista, squisite al gusto.

Indispensabile la professionalità del servizio di banqueting così come di tutti i professionisti coinvolti. Personale preparato, attento e disponibile.
La presenza di cartelli e scritte nell’area del cibo possono rappresentare l’idea in più per dare indicazioni e, a volte, anche per sdrammatizzare la situazione con tono scherzoso…

Rito civile e Aperitivo

Durante il rito civile all’aperto, un aspetto importante è stato quello di offrire il posto a sedere per tutti i partecipanti garantendo la distanza di sicurezza.

Anche negli aperitivi, quello che abbiamo fatto è stato di assicurare un elevato numero di sedute ben distanziate. Questo per facilitare la gestione del servizio ed evitare possibili assembramenti.

 Matrimonio e Covid: invitati e accesso in location

Uno degli obblighi che ci ha riguardato e presumibilmente ci riguarderà anche quest’anno era quello di avere l’elenco dei partecipanti all’evento in anticipo. Ai nostri sposi abbiamo quindi sempre richiesto di poter avere la lista degli invitati e un eventuale numero di telefono per nucleo familiare, da contattare in caso di necessità.

All’ingresso della location, abbiamo sempre preso la temperatura tramite un termoscanner e posizionato una postazione per l’igienizzazione delle mani. Quello che possiamo dirvi è che gli invitati si sono abituati a questa procedura e che, se si procede con gentilezza e con il sorriso (anche se nascosto dalla mascherina), l’ingresso avviene senza problemi.

Sempre all’ingresso, un’informativa può avvertire gli ospiti sulle regole da tenere all’interno della location. Regole che in realtà sono piuttosto note.

Mascherina sì o mascherina no

Sul tema mascherina il riferimento è la normativa in vigore. L’estate scorsa, ad esempio, si poteva stare all’aperto senza mascherina ma con il distanziamento sociale. Al chiuso, invece, c’era (e c’è) l’obbligo di indossare la mascherina, tranne che seduti al tavolo del ricevimento.

Tra le varie idee che stanno portando avanti alcune associazioni c’è quella di far effettuare un doppio tampone a tutti gli invitati in modo da poter far vivere una giornata senza mascherina e senza pensieri. È quanto sta avvenendo ad esempio anche in alcuni Paesi stranieri.
Ma in Italia è ancora tutto da vedere… Siamo in attesa di sapere!

Cena placée e disposizione

Fino all’anno scorso andava garantita la distanza di almeno 1 mt tra i commensali, a meno che si trattasse di congiunti*.

*Per congiunti si intendono i coniugi, i partner conviventi, i partner delle unioni civili, le persone che sono legate da uno stabile legame affettivo nonché i parenti fino al sesto grado e gli affini fino al quarto grado.

E il ballo?

Nell’estate 2020, all’aperto e con il distanziamento, il ballo era consentito. Ovviamente erano e sono da evitare situazioni di assembramento e la possibilità di avere grandi spazi come nel nostro caso è sicuramente un vantaggio.

Qualora il ballo non fosse possibile, perchè non optare per dei giochi con gli amici o per una band che suoni musica dal vivo? Swing, jazz o musica italiana… possono creare un’atmosfera davvero molto suggestiva.

due sposi al momento del taglio della torta in giardino
Sposi felici – Matrimonio 2020 a Cascina Farisengo

Sposi felici

L’unica cosa che conta davvero è la felicità dei nostri sposi. Ma possiamo garantirvi che, pur nel rispetto delle regole, l’emozione e la gioia che vivrete quel giorno riuscirà a spazzare via tutti i pensieri e le preoccupazioni precedenti.

Avete altre domande? Contattateci e cercheremo di rispondervi in base alla nostra esperienza.